domenica 9 giugno 2013

Guide illustré du musée national de Naples

Guide illustré du musée national de Naples : approuvé par le ministère de l'instruction publique / Auteurs : G. De Petra,... A. Sogliano,... G. Patroni,... [et al.]

Rai 3 - L'ultima legione

 Rai Rai 3
Lunedì 10 giugno 2013 ore 21,05
 descrizione dal sito:
Rai Movie - Film e Programmi - L'ultima legione:

L’ultima legione (The Last Legion)
di Doug Lefler (UK/Italia/Francia/Tunisia, 2007)
con Colin Firth, Ben Kingsley, Aishwarya Rai Bachchan


Nell'anno 476, durante l'attacco all'Impero Romano d'Occidente sferrato dalle armate di Odoacre, l'ufficiale Aurelio riceve dal nobile Oreste l’incarico di salvare e proteggere il figlio Romolo Augusto, ultimo Imperatore di Roma. Dopo averlo liberato assieme al suo precettore Ambrosino e aver attraversato l'Europa post-imperiale per giungere in Britannia, Aurelio dovra’intraprendere una battaglia finale contro Odoacre per portare a termine la sua missione. Diretto dal regista di origine televisivo-seriale Doug Lefler e interpretato da un cast di primordine che vede Colin Firth e Ben Kingsley nei ruoli di Aurelio e Ambrosino e Peter Mullan in quello di Odoacre, L’ultima legione e’ un peplum aggiornato e muscolare per gli amanti del genere e i seguaci della contaminazione fra storia e fantasy. Il film e’ stato tratto dall’omonimo best seller di Valerio Massimo Manfredi e sceneggiato da Jez e Tom Butterworth


venerdì 7 giugno 2013

Le pietre e il popolo. Restituire ai cittadini l'arte e la storia delle città italiane

Le pietre e il popolo. Restituire ai cittadini l'arte e la storia delle città italiane sul libro: Perché il valore civico dei monumenti è stato negato in favore del loro potenziale turistico, e quindi economico? Perché la "valorizzazione" del patrimonio culturale ci ha indotti a trasformare le nostre città storiche in "luna park" gestiti da avidi usufruttuari? Lo storico dell'arte Tomaso Montanari ci accompagna in una visita critica del nostro paese: dallo showroom Venezia, a una Roma dove si delira di piste da sci nel Circo Massimo, a una Firenze dove si affittano gli Uffizi per sfilate di moda e si traforano gli affreschi di Vasari alla ricerca di un Leonardo inesistente, a una Napoli dove si progettano megaeventi mentre le chiese crollano e le biblioteche vengono razziate, all'Aquila che giace ancora in rovina mentre i cittadini sono deportati nelle new town, scopriamo che l'idea di comunità è stata corrotta da una nuova politica che ci vuole non cittadini partecipi, ma consumatori passivi. "Le pietre e il popolo" non è solo un durissimo pamphlet contro la retorica del Bello che copre lo sfruttamento delle città d'arte, ma è un manuale di resistenza capace di ricordarci che la funzione civile del patrimonio storico e artistico è uno dei principi fondanti della nostra democrazia, e che l'Italia può risorgere solo se si pensa come una "Repubblica basata sul lavoro e sulla conoscenza".

mercoledì 5 giugno 2013

2000 anni di storia sepolti da 30 palazzi

 petizione da firmare al seguente link:
2000 anni di storia sepolti da 30 palazzi:
Ancora una volta il patrimonio archeologico di Roma rischia di essere devastato. I soliti noti dell’edilizia romana, infatti, stanno per seppellire sotto 400.000 mc di cemento una vastissima area archeologica risalente alla fine del II secolo d.C., sorta al termine di uno dei periodi più floridi della storia di Roma: l’età degli imperatori adottivi, iniziata nel 96 con l’elezione di Nerva e terminata con la morte di Commodo, figlio di Marco Aurelio, l’unico successore non “adottato”.
Il sito archeologico si trova nel quadrante sud di Roma, nella zona di Grottaperfetta, tra l’omonima via, via Berto e via Ballarin. Nel complesso sono stati rinvenuti una villa con pregevoli mosaici, due tracciati stradali con basoli (uno dei quali probabilmente univa la via Ardeatina con la via Anagnina), un piccolo mausoleo, nonché una necropoli con 694 sepolture e 4 sarcofagi.
Su http://www.stop-i60.org/raccolta-multimediale/foto/ (sito del Coordinamento che si sta battendo a difesa del patrimonio archeologico e della vivibilità del quartiere) sono visibili alcune foto degli scavi.
(...)

martedì 4 giugno 2013

ARTE: A PIEVE DI CADORE (BL) LA MOSTRA "TIZIANO, VENEZIA E IL PAPA BORGIA"

  articolo completo al seguente link:
ARTE: A PIEVE DI CADORE (BL) LA MOSTRA "TIZIANO, VENEZIA E IL PAPA BORGIA" - AgenParl - Agenzia Parlamentare per l'informazione politica ed economica:

La si potrebbe definire una mostra dossier, una mostra indagine, una potente lente di ingrandimento attraverso la quale il pubblico potrà penetrare nei diversi aspetti storici, stilistici, compositivi, iconografici di un’opera chiave degli inizi della carriere del grande Tiziano Vecellio. Un modo affascinante e insolito di cogliere i significati e i processi creativi che stanno “dietro” e “dentro” un capolavoro.

La mostra “Tiziano, Venezia e il papa Borgia”, che la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore promuove dal 29 giugno al 6 ottobre a Palazzo Corso in occasione dei suoi primi dieci anni d’attività, insieme al paese natale del grande artista Pieve di Cadore (Bl) e alla Magnifica Comunità del Cadore - curata da Bernard Aikema e organizzata da Villaggio Globale International - vuole esser il racconto, assolutamente inedito, di quella notissima e fondamentale opera, conservata al Museum voor Schone Kunsten di Anversa, in cui Tiziano dipinge “Il vescovo Jacopo Pesaro e papa Alessandro VI davanti a San Pietro”.
(...)

domenica 2 giugno 2013

Troisième exposition d'art photographique

Troisième exposition d'art photographique : Paris, 1896 / Photo-Club de Paris