domenica 29 maggio 2011

La Biblioteca nazionale su Google centomila volumi disponibili online

La Biblioteca nazionale su Google centomila volumi disponibili online
PAOLO DE LUCA
SABATO, 28 MAGGIO 2011 - LA REPUBBLICA - edizione di Napoli

Il servizio, operativo nel primo trimestre del 2012, riguarda opere libere dai diritti d´autore

Romanzi, saggi testi scientifici e periodici stampati tra Sei e Novecento

La tecnologia di Google sbarca in città. Non per aggiornarne le mappe satellitari, nè per fotografare ogni suo quartiere strada per strada. Stavolta il colosso informatico punta ai libri, più precisamente a quelli della Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III, in piazza Plebiscito. Per digitalizzarne i volumi e renderli accessibili a tutti con un semplice click. «Il progetto di Google "Biblioteca italiana" è appena partito e coinvolge i tre maggiori poli nazionali di Napoli, Firenze e Roma», spiega il direttore Mauro Giancaspro. Trecentomila i testi finora selezionati, centomila per città: saranno scaricati su un server volto a raccoglierne oltre un milione e mezzo. I volumi, in italiano e latino, sono liberi da ogni vincolo di diritto d´autore, stampati tra Seicento e Novecento e di tematica varia: letteratura, saggistica, testi scientifici, antichi periodici.
Un unico grande archivio alla portata di qualsiasi pc, «che sembra avverare quello che fu il sogno di ogni erudito quattrocentesco sulla creazione di un unico grande portale bibliofilo, universale e libero», conclude Giancaspro. "Biblioteca italiana" andrà a regime dopo l´estate, e già le prime cinquemila copie, inviate al Centro unico di digitalizzazione Google a Pomezia (Roma), saranno online entro il primo trimestre del 2012.
Ma le buone notizie per la biblioteca napoletana (la prima a ricevere il titolo di "nazionale" con decreto garibaldino nel 1861), non finiscono qui. Il ministero dei Beni culturali ha infatti sbloccato 200 mila euro, inizialmente destinati alla Direzione regionale con cambio di destinazione d´uso, che favoriranno entra la prima di settimana di giugno la riapertura dell´ingresso ufficiale alle sale di lettura dallo scalone monumentale secentesco di Domenico Fontana, chiuso da otto mesi e attualmente sostituito da una rampa laterale. I finanziamenti mirano al recupero definitivo delle volte crollate lo scorso settembre nell´attuale ufficio relazioni con il pubblico e fotocopie, già danneggiato dai bombardamenti del 1944 e ristrutturato alla buona negli anni Cinquanta.

Nessun commento: