domenica 11 maggio 2008

Pietrabbondante, dagli scavi nuovi ritrovamenti

Pietrabbondante, dagli scavi nuovi ritrovamenti
Gazzetta del Molise 20/10/2006

L'istituto diretto da La Regina, insieme con il Ministero per i beni e le attività culturali sovrintende da sempre ai preziosi ritrovamenti archeologici di Pietrabbondante, lustro dell'Alto Molise che ci riportano costantemente alle nostre origini sannite. Il comune altomolisano ha ricevuto, per l'attività di scavo e ricerca archeologica, 600.000 euro nel 2005, dalla Comunità Europea e dalla Regione Molise. Fondi cospicui, ma evidentemente ben spesi, visti i nuovi e sorprendenti ritrovamenti venuti alla luce. Ritrovamenti che suscitano l'interesse del mondo culturale e storico. Adriano La Regina, in particolare, interviene sull'argomento: “Gli scavi hanno fornito informazioni importanti - egli scrive - sull'estensione del complesso monumentale di Pietrabbondante, nel quale il teatro occupa una posizione centrale”. Quali gli ultimi ritrovamenti? “Su una terrazza estesa per 112 metri a sudovest del teatro e del grande tempio è stata riportata alla luce una casa ad atrio, con impluvio, di grandi dimensioni, collegata ad un retrostante porticato a due navate, con un fronte di nove colonne e con una fila interna di altre cinque. Nell'intero complesso possiamo quindi identificare la domus pubblica del santuario ed il portico destinato ai culti connessi con il mondo agrario e pastorale. Vi era praticato il culto di una divinità che può essere accostata a Consu il dio della produzione e della conservazione dei grano ed a Ops Consiva la dea dell'opulenza e dell'abbondanza. Testimonianze che collocano Pietrabbondante in posizione decisiva nel mondo dei Sanniti Pentri. Collegato al culto dell'abbondanza, potrebbe essere anche il nome della cittadina. “Ma - conclude La Regina - a proposito di questa e di altre questioni rimaste aperte è ragionevole sperare di ottenere nuove informazioni dal progresso degli studi”

Nessun commento: