martedì 27 maggio 2008

Le grandi mura di Trebula per i piccoli sanniti

CAMPANIA - Le grandi mura di Trebula per i piccoli sanniti
26/05/2008 IL MATTINO

Guardando i film di ricostruzioni storiche dell'epoche antiche si vedono gladiatori e combattenti di notevoli stature. E colpiscono le masse muscolari che fasciano quei corpi. E, nelle scene filmiche, più i corpi si riferiscono ai ”barbari”, secondo la concezione romana, più sono erculei. E allora la fantasia si sforza di immaginare come erano, per esempio, i sanniti che costrinsero le milizie romane alla gogna delle forche caudine. Poi d'improvviso dagli scavi archeologici che si stanno compiendo a Pontelatone per riportare alla luce la sannita Trebula, Baliniensis per i romani causa le sue magnifiche terme, emergono le mura ciclopiche di cinta e fra di esse la porta principale di accesso alla città. E ammirandola crolla il mito degli uomini alti, grossi e forzuti. Dal fondo stradale alla volta della porta non intercorrono più di 160 cm. Molte persone della nostra epoca debbono abbassarsi per non urtare contro i massi della volta. Però subito si pensa che anche se piccoli di statura avevano ingegno e abilità architettonica di notevole statura. Carmine Aurilio

Nessun commento: