venerdì 18 gennaio 2008

Roma Sì, alla Camera, all'uso autologo del cordone ombelicale

Roma Sì, alla Camera, all'uso autologo del cordone ombelicale

Il Gazzettino del 18 gennaio 2008, pag. 10

Le commissioni Affari Co­stituzionali e Bilancio del­la Camera riunite con­giuntamente hanno appro­vato ieri un emendamento che porta come prima fir­ma quella della parlamen­tare radicale Donatella Poretti, al decreto mille proroghe che permetterà la conservazione autologa e anche presso banche pri­vate delle staminali del cordone ombelicale.

L'emendamento è stato approvato all'unanimità con il parere favorevole di entrambe i relatori delle due commissioni e del Go­verno ha spiegato la stessa parlamentare della Rosa nel Pugno e segretaria del­la Commissione Affari So­ciali, membro della giunta dell'Associazione Coscioni.

L'emendamento stabili­sce la proroga al 30 giugno 2008 del termine per la predisposizione, con de­creto del ministero della Salute, di una rete nazio­nale di banche per la con­servazione di cordoni om­belicali.

Per questa ragione e per incrementare la disponibi­lità di cellule staminali del cordone ombelicale ai fini di trapianto, è autorizzata la raccolta autologa (cioè non come donazione ma per uso privato) la conser­vazione e lo stoccaggio del cordone ombelicale da parte di strutture pubbli­che e private autorizzate dalle regioni o dalle pro­vincia autonome, sentiti il Centro nazionale trapianti e il Centro nazionale san­gue.

La raccolta avviene sen­za oneri per il Servizio sa­nitario nazionale, e previo consenso alla donazione in caso di necessità per pa­ziente compatibile. D mi­nistero della Salute regola­menta le funzioni di coor­dinamento e di controllo svolte dal Centro naziona­le sangue e dal Centro nazionale trapianti, per le ri­spettive competenze.

L'emendamento è stato firmato anche dagli altri deputati della Rosa nel Pugno: Marco Beltrandi, Cinzia Dato, Sergio D’Elia, Bruno Mellano, Maurizio Turco. Il testo deve ora passare all'esame del Se­nato.

Nessun commento: